Taglio dell'erba per gli animali del podere

Taglio dell'erba per gli animali del podere

mercoledì 27 luglio 2016

Un nuovo suono, un nuovo segnale da capire

Ogni anno.
Al primo canto del cuculo cerco quattro spiccioli nella tasca: è arrivata la primavera.
Bussa il pettirosso alla finestra, e mi annuncia l'inverno.
La notte del primo bramito, il caldo viene annunciato.
L'assiolo mi parla di una notte silenziosa.
L'ululato del lupo mi fa accapponare la pelle, ma mi mette in guardia per i capretti.
Il canto del gallo mi sveglia al mattino.
L'abbaio del cane mi avvisa di notte e di giorno.
Il belato mattutino mi chiama al dovere.
Il frinire di cicala mi dice di mettere il cappello di paglia.
Lo zirlo del tordo mi dice di mettere la giacca più pesante.
...ma oggi ho avuto una grande sorpresa, ascoltando il pigolare di tre rondinotti appena nati nella stalla delle capre: è la prima volta, ed all'altezza giusta per essere osservati a meno di due metri da terra, mentre mamma rondine li governava a dovere.
Poi è uscita, garrendo, ed è rientrata certamente con un carico di cibo fresco per loro che erano affamati.
Oltre alla fame e alla soddisfazione per il cibo ricevuto dal becco della madre, quel pigolio cosa avrà voluto dire?
L'idea di intendere il suono emesso dagli animali come un "segnale" è cosa che mi appassiona molto.
Ci sarà quindi un qualche annuncio o una nuova "regola della natura" da apprendere per me?

20 commenti:

  1. Che si sono pappati qualche vermicello magari e pigolano gioiosi e sazi???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, questo lo avevo intuito, ma piuttosto volevo capire se questo "nuovo pigolio" annunciasse o meno qualcosa.
      Se ci fosse una nuova "regola della natura" da apprendere...
      Ciao
      A.A.

      Elimina
  2. Intanto io non immaginavo che allevassero due cove in una sola stagione. In Trentino molti anni fa un signore mi disse che quando vedeva le rondini radunarsi tutte insieme sui fili della luce voleva dire che si stavano preparando a partire. Ieri ho visto questa riunione, ma di certo non partono, se hanno ancora una nidiata da allevare. La stagione estiva è ancora lunga davanti a noi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto riguarda le rondini in partenza, io ne parlai qui:
      http://agricoltoreanacronistico.blogspot.it/2011/09/domenica-25-settembre-ore-0830partono.html

      Per quanto riguarda "le mie rondini", credo che siano alla prima covata...credo
      Ciao
      A.A.

      Elimina
  3. Non lo so...la scorsa settimana un piccolo merlo troppo intraprendente è caduto dal nido e la sua mamma ha continuato a nutrirlo a terra finché non ha trovato la forza di riprovare a volare, il piccolo chiamava solo se nei paraggi non c'era nessuno, ad ogni movimento sospetto si zittiva... così sicuramente anche dietro il richiamo dei rondinini si nasconde un qualche segnale. A volte mi sembra un lusso poter godere di queste piccole grandi meraviglie che la natura ci offre!
    Buona estate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di "merlacchiotti di nido" ne vedo a decine ogni anno, da una vita intera, ma il pigolare delle rondinine appena nate, ascoltato da così vicino, non mi era mai capitato.
      Proprio adesso, di ritorno dalla stalla, se ne stavano zitte, mentre la mamma mi osservava covandole.
      Secondo me il PIGOLIO DELLE RONDININE vuol dire che qui c'è Pace a sufficienza per ritornare anche il prossimo anno, quando saranno adulte...o perlomeno mi piace pensare questo.
      Buona estate a te
      A.A.

      Elimina
  4. Se una rondine non fa primavera, tante piccole rondini faranno almeno un po' d'estate ... a questo punto dell'anno, la vorrei, stabile e costante almeno fino a settembre. Bei versi i tuoi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Reduce da un temporale di quelli veramente "arrabbiati", adesso non si respira per il caldo che la terra spurga sotto al sole cocente.
      Come risposto a Lolle, credo che il pigolare di rondinine sia un auspicio alla pace ed al ritorno per il prossimo anno.
      Ciao
      A.A.

      Elimina
  5. Carissimo AA ascoltare e' un dono... non sempre ci riusciamo nei dialoghi tra umani e ancor piu' raro quando a "parlare" e' la natura...Un'infinita' di suoni canti fruscii battiti d'ali ci ricordano che non siamo soli a vivere questo meraviglioso pianeta...Le rondini torneranno a trovarti se qualcuno avra' la coscienza di ascoltarle dove passeranno l'inverno..Grazie per il tuo"rapporto natura" ciao Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto bello questo tuo intervento, grazie mille
      A.A.

      Elimina
  6. Una volta i nidi di rondine erano considerati propizi, avrai qualche zanzara e qualche mosca in meno e se la nidiata andrà a buon fine forse torneranno a farti compagnia negli anni futuri.
    Qualunque segnale sia e sicuramente un buon segnale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso esattamente come te.
      Credo che le rondini siano, un pò come le lucciole, sinonimo di Pulizia, di aria buona, di tranquillità.
      Magari mi sbaglio, ma credo che torneranno.
      Ciao
      A.A.

      Elimina
  7. Non so se tu debba apprendere qualche muova regola della natura.
    So però che qui mi trovo molto bene ed imparo tante cose, descritte in modo poetico, musicale.
    Curioso: nel mio ultimo post ho messo foto di sei piccoli pennuti in un nido!
    Un caro saluto.
    Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nido...la nascita...tutte immagini evocative di protezione ed auspicio.
      Secondo me Susanna la Natura detta regole dalla notte dei tempi, ma più trascorrono gli anni e più credo che l'uomo sia interessato ad ascoltare tutt'altro.
      Un caro saluto a te.
      A.A.

      Elimina
  8. secondo me è il suono della Vita.
    Inizialmente flebile, poi sempre più forte e coraggioso.
    E siccome...la prima casa non si scorda mai.....è il suono per raccontarsi Qua si sta bene, questi umani sono in gamba! Quando saprete volare, quando sarà il momento partiremo. E poi torneremo e troveremo questa nostra casa.
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea della "nostra casa" mi piace veramente tanto.
      Grazie Emanuela
      A.A.

      Elimina
  9. Sono appena tornata dal mio viaggio estivo ...a Baku(Arzebaijan) modernissima (l'oro nero fa fare cose grandiose)...però nella città vecchia...ho visto che un edificio nella piazza aveva i nidi artificiali per le rondini ...e c'erano anche tante rondini ...Io però le osservavo così, come le osservi tu, nella stalla di papà mentre reggevo la coda alle vacche che mungeva a mano ....che belle che sono!!! A me sarebbe sempre piaciuto prenderne una per vedere la coda però gli anziani dicevano che quando volavano basse e infuriate e anche il loro garrito era più forte annunciavano pioggia ...quando in autunno ripartono ...sui fili della corrente elettrica si mettono d'accordo tra di loro per affrontare il viaggio ...ma quei rondinini a becco aperto contornato di gallo perché avvertono la mamma ...sono meraviglia !!! Buona estate!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio questa sera, mentre mungevo nella stalla, vedevo quei becchi spalancati e pensavo a come questi piccoli uccelli fossero tanto voraci.
      Così piccini e...così affamati.
      E mungevo, con loro a pochi centimetri dalla mia testa, intenti a guardarmi nel mio lavorare.
      Ciao
      A.A.

      Elimina
    2. AA pensa che loro esistono perche' te e la tua stalla esistete! Le stalle come la tua erano il luogo ideale per nidificare...un sacco di mangiare, un luogo sicuro dove fare il nido...anche loro anacronistiche...

      Elimina
    3. ho molti ricordi legati alle vecchie stalle piene di nidi di rondine, ed in cuor mio ho desiderato per un'intera vita che prima o poi fosse la mia di stalla ad accogliere tante nascite.
      Ecco che questo nido è qualcosa di desiderato per lungo tempo.
      ciao
      A.A.

      Elimina