Taglio dell'erba per gli animali del podere

Taglio dell'erba per gli animali del podere

lunedì 10 ottobre 2016

Il primo fuoco

Sapevo che si trattava di una questione di giorni...di ore.
Lo sentivo nel profumo pulito che il vento portava, in quella sensazione di pelle meno grassa, nelle labbra che iniziavano a tirare ai lati.
Ed è arrivato immancabile il momento di accendere il promo fuoco.
Un pugno di sterpi, due tavolette incrociate, ornello, carpino e castagno: in un attimo la casa si è riappropriata del "suo odore", mentre il crepitio faceva da cornice alle fusa della gatta, ed allo stiracchiarsi del cane.
All'unisono i due animali di casa si son destati dai propri giacigli, e son venuti come magi alla culla a vedere quella danza di fiamme.
Compiaciuti, tanto quanto il loro "padrone", osservavano in silenzio quei riflessi rossi e quel gioco di ombre, mentre tutto il resto della casa era affogato nel buoi della sera.
Il primo fuoco, a scaldare la casa e l'animo di chi la abita.
Meglio di dieci televisioni, la serata si è conclusa con dell'ottimo divano, un sussurro di grappa, ed i sorrisi di mia moglie, compiaciuta quanto il resto dei presenti.
Son bastati 3 ciocchi per allietare una serata partita con troppa stanchezza arretrata e troppi pensieri per l'indomani.
Meglio di dieci televisioni...

18 commenti:

  1. Acceso la stufa a pellet proprio ieri,seguirà la cucina economica,un''sussurro''di grappa mi piace,ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne bevo poca, e purtroppo sono stato qualche anno senza poterla bere (per problemi vari allo stomaco): nel poco trovo sempre tanta emozione, e...si, un sussurro è secondo me la parola giusta per rendere l'idea di quanta ne beva.
      ciao, e buon fuoco anche a te
      A.A.

      Elimina
  2. Attendo con ansia l'autunno proprio per riaccendere il focolare tutte le sere. E non mi importa, la mattina seguente, di fare Cenerentola e pulire la cenere (maledetta, riesce a posarsi sulle troppe mensole, sui libri di cucina, la mia collezione di scatole di latta, la madia...) ma la fatica è ripagata dalla gioia della fiamma che scalda più di cento termosifoni.
    Un caro saluto Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cenere...
      La cenere si somma alla polvere, che si somma ai peli del cane, che si somma ai peli del gatto, che si somma alla fuliggine, che si somma alla terra sotto le scarpe, che si sommano alle foglie entrate a vento con l'apertura della porta, che si somma a ...tante altre cose che in campagna è assai complicato Domare.
      Io spazzo, spolvero, aspiro, e mia moglie lo fa più di me, ma è una lotta impari, e sempre troviamo ancora da pulire non appena abbiamo terminato di farlo.
      Un amico di famiglia, visitando la casa, mi disse: "la polvere è bella nelle case rustiche come questa: è come una pellicola che ammorbidisce tutto, e lo rende più...accogliente!"
      Mia moglie lo avrebbe mangiato!!!
      Ciao
      A.A.

      Elimina
  3. La magia del fuoco.........ho voglia di riaccenderlo anch'io, non solo per scaldarmi, ma per il piacere di osservarlo. Il fuoco fa compagnia. Un caro saluto
    Emi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una compagnia costante, che giorno e notte illumina, riscalda e musica la casa.
      Anche adesso, sotto al ticchettio delle mie dita su questa tastiera, posso sentire il crepitio di due bei legni di quercia che bruciano.
      Ciao
      A.A.

      Elimina
  4. :-))) tua moglie ha ragione.. (mi riferisco all'amico di famiglia) senza dubbio a me sarebbe gonfiato il gargarozzo come un rospo; se vi può consolare io coi miei capelli (per fortuna me ne ho sempre tanti che si riciclano in testa) che trovo in giro per casa, potrei egregiamente donarli ad un ipotetico uomo di neanderthal calvo.
    A parte le battute... è vero il crepitìo, il calore, il colore, la luce, le ombre della legna nella stufa (a legna) nel camino (a legna) nel forno (a legna) ha una magia antidepressiva e confortante, che tiene compagnia insomma... senza eguali.
    Peccato ho dovuto cambiare casa e, per ora, non ce l'ho più.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari riuscirai a fartene un'altra...
      Il calore del fuoco di legna secondo me dovrebbe essere presente nelle case, ma comprendo perfettamente che in città tutto questo è (quasi?) impossibile, e che non tutti vivono in zone ricche di legname foreste e quindi legna da ardere.
      Il discorso poi della sostenibilità di questo tipo di calore...sarebbe complicato da portare avanti.
      Ma almeno le rinnovabili...almeno: che un condominio non possa installare sul tetto il fotovoltaico, o il solare termico, o il minieolico...questo mi pare strano.
      Ma come vedi, l'argomento FUOCO DI LEGNA mi fa divagare.
      ciao
      A.A.

      Elimina
  5. ...fortunata tua moglie ad avere affianco un marito così romantico, sensibile , affettuoso,osservatore delle cose belle .....oppure si lamenta anche lei come (quasi) tutte le mogli...quasi l'ho messo tra parentisi,non si sa mai che....
    Da noi per il fuoco ci vuole ancora qualche giorno ...per i primi di novembre ,però la legnaia l'abbiamo rifornita ed è ordinata .... Buona giornata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mentre scrivo fuori sono 5°C...e se non avessi il fuoco acceso darei di matto in casa.
      Per me non esiste una data prestabilita in cui avviare il riscaldamento, ma semplicemente la necessità: è freddo, lo accendo...è caldo, lo spengo.
      ciao
      A.A.

      Elimina
  6. ... vero osservare il fuoco nel camino rilassa e riscalda l'animo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...è qualcosa di cui non mi stancherò mai.
      A.A.

      Elimina
  7. Immagino la felicità e lo stupore genuino degli animali di casa ... mi sembra di vederli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il cane, quando è in casa, in pratica vive a meno di un metro dal camino...
      la gatta, quando non sale ovunque, vive praticamente dentro il camino (sino a sbruciaccarsi i peli).
      A.A.

      Elimina
  8. Ah... il camino, che invidia! Invidia in senso buono però... Ci sarebbe tanto piaciuto averlo, ma lo spazio... la palazzina dove non siamo gli unici proprietari... ma vuoi mettere il calore della fiamma! Mi piaceva molto anche la stufa, nella mia vecchia casa l'avevamo, così come il camino, ricordo che d'inverno mettevamo le bruschette sulle braci... Che bello, mi hai fatto tornare col pensiero all'infanzia.. Bellissima l'immagine della tua famiglia davanti al camino, un po' come la nostra, solo che noi con cani e gatti abbiamo polvere e peli ma niente cenere e... niente camino:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla sera, dopo la cena, c'è il momento della riunione, dove io, mia moglie, il cane e la gatta ci appropriamo (ognuno dei suoi angolini strategici) dello spazio di fronte al camino.
      E' quello il momento più bello della mia giornata...
      A.A.

      Elimina